fbpx
Radioestesia pendolo

L’arte del pendolo medianico e la Radioestesia

Contrariamente ai tarocchi, che vanno interpretati, l’uso del pendolo medianico nei consulti è utilizzato per rispondere a domande precise, la cui risposta è incentrata sul sì o sul no. 

Personalmente lo utilizzo anche per interpretare i tarocchi, trovandolo uno strumento eccezionale nelle risposte definitive.

Per poter fare un consulto col pendolo medianico occorrono due fattori essenziali: almeno 30 minuti di assoluta tranquillità al telefono ed una foto appartenente alla persona su cui si vuol chiedere informazioni.

Radioestesia

La radioestesia (dal latino radius = raggio o radiazione, dal greco aistheisis = ricerca) è una pratica divinatoria che l’uomo utilizza da millenni.

Testimonianze di quest’arte si trovano in Mesopotamia: i sumeri la praticavano già 4000 anni prima di Cristo, ma tutte le grandi civiltà, dagli egizi ai greci e poi ancora gli etruschi e i romani, la utilizzavano per scopi pratici (trovare fonti d’acqua o giacimenti di metallo), ma soprattutto per predire il futuro.

La radioestesia risponde ai principi olistici in contatto con le leggi e le vibrazioni dell’universo. Per esercitare questa pratica bisogna avere delle doti ESP molto forti e la capacità di entrare in contatto col proprio subconscio.

Grazie a una disciplina antica, tramite un consulto con i tarocchi e con il pendolo medianico insieme a Luca Oliver, potrai vedere con precisione e attendibilità il tuo futuro.

1 Comment

  1. […] Le carte possono essere lette quindi insieme a un altro mezzo come il caffè o anche insieme al pendolo medianico. […]

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to top

899.50.33.69 chiama a soli 0,45 € al minuto i.e. da tutti i cellulari.